[REQ_ERR: 403] [KTrafficClient] Something is wrong. Enable debug mode to see the reason. Adidas vende Reebok per 2,1 miliardi di euro all’americana Authentic Brands Group – Quotate

Adidas vende Reebok per 2,1 miliardi di euro all’americana Authentic Brands Group

Il marchio Reebok cambierà proprietario. Adidas, società tedesca di abbigliamento sportivo, ne ha infatti annunciato la cessione ad Authentic Brands Group per una cifra che potrebbe arrivare fino a 2,1 miliardi di euro (2,47 miliardi di dollari).

L’accordo dovrebbe essere finalizzato entro il primo trimestre del prossimo anno e prevede una transazione in gran parte in contanti al momento della chiusura.

Il prezzo, scrive il Wall Street Journal, è significativamente più alto di quanto stimato da molti media e osservatori. Adidas aveva annunciato l’intenzione di vendere il marchio angloamericano, acquistato nel 2006 per circa 3,8 miliardi di dollari, all’inizio dell’anno. La vendita, ha comunicato Adidas, non ha un impatto sull’attuale guidance della società per l’intero anno 2021. A febbraio, la società tedesca aveva annunciato di voler vendere Reebok per concentrarsi sul rafforzamento del marchio Adidas.

«Reebok – commenta il Ceo di Adidas, Kasper Rorsted – è stata una parte preziosa di Adidas e siamo grati per i contributi che il marchio e il team dietro di esso hanno dato alla nostra azienda. Con questo cambio di proprietà, crediamo che il marchio Reebok sarà ben posizionato per avere successo nel lungo termine. Per quanto riguarda adidas, continueremo a concentrare i nostri sforzi sull’esecuzione della nostra strategia “Own the Game” che ci consentirà di crescere, di aumentare le nostre quote di mercato e creare valore per tutti i nostri stakeholder», aggiunge.

Per Jamie Salter, fondatore, presidente e Ceo di Abg, l’acquisizione di Reebok «è stato raggiunto un traguardo importante: ci impegniamo a preservare l’integrità, l’innovazione e i valori di Reebok. Non vediamo l’ora di lavorare a stretto contatto con il team Reebok per sfruttare il successo del marchio».

Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *